Gli aspetti giuridici del Software Libero (open source)

È passato meno di un anno dall'uscita del libro "The International Free and Open Source Software Law Book" nel quale con l'amico e collega Simone Aliprandi avevo firmato il capitolo relativo al contesto italiano. Ora da quel capitolo (scritto in inglese) abbiamo tratto anche un articolo che, oltre ad essere in italiano e quindi risultare più facilmente fruibile dall'audience locale, ha un maggior livello di approfondimento delle questioni dottrinali dal punto di vista della scienza giuridica italiana.

L'articolo si intitola Il Free and Open Source software nell’ordinamento italiano: principali problematiche giuridiche, è uscito sul n. 1/2012 della rivista "Informatica e diritto" ed è rilasciato con licenza CC by-sa.

Cookies nel Codice Privacy, prima lettura (confusa)

L'Italia ha adempiuto agli obblighi comunitari in tema di comunicazioni elettroniche e privacy, tra l'altro adottando le previsioni della cosiddetta "Direttiva Cookie", in realtà una direttiva di molto più ampio respiro, che contiene al suo interno alcune modifiche alla Direttiva 2002/58/EC sulla protezione dei dati personali nelle comunicazioni elettroniche. Abbiamo dunque un nuovo articolo 122 del Dlgs 196/2003, noto come Codice in Materia di Protezione dei Dati Personali.

Il tutto con un bel decreto legislativo adottato sulla scorta della Legge comunitaria 2010, e senza uno straccio di periodo transitorio, senza ovviamente una adeguata consultazione con le parti coinvolte o qualsivoglia tipo di consultazione.

Vediamo dunque cosa dice il nuovo articolo 122.

Two bees make an eagle. Le API non sono soggette a copyright anche negli USA

Ci sono api e ci sono API. In gergo computeristico API significa "Application Programming Interfaces", parti del codice di un programma che espongono funzioni e chiamate verso altri programmi, in modo che essi possano interoperare. Per esempio, una piattaforma (ad esempio Gnome o Windows) può esporre una funzione per richiamare un dialogo di stampa, in modo che un'applicazione che funzioni su di essa debba solo invocarla con il metodo pubblicato affinche un'interazione occorra e l'applicazione possa stampare. Le parti interne di un'API possono essere riscritte anche molte volte senza che la parte verso l'esterno cambi, in modo che le applicazioni scritte per esse rimangano funzionanti. Anzi questa è di fatto la regola.

Un Giudice Federale (Mr. Aslup) del Distretto della California del Nord ha deciso che il codice sorgente che dichiara il metodo per invocare la stessa funzione contenuta nell'API (che quindi ne rappresenta la parte esterna) non è soggetta a copyright. Ciò segue una quasi identica  Sentenza della Corte di Giustizia dell'Unione Europea nel caso SAS [Caso C‑406/10 SAS Institute v. World Programming Language].

 

Verdict in Oracle v. Google, what it says

Update: see the comment on the final judgment on the copyright protection of the API.

There has been a lot of noise in some areas of the Internet around what to make of the verdict that the jury has taken in the Oracle v. Google case.

For the benefit of the readers, here the questions and what the jury has answered. For Europeans, it is very odd to see a jury to decide in matters that are strongly legal in nature, but that's how it goes up there. Bear in mind, though, that the jury is only responsible for the assessment of the facts, it's up to the judge to have a final say about the law.

Also, bear in mind that the judge has instructed the jury to decide as if the API (Application Programming Interfaces) are a copyright subject, but that is just a speculative statement, the matter will be settled by the judge in its final decision.

Concorrenza nel mercato legale: propongo l'ATP (Associazione Temporanea di Professionisti)

Scrivo alla vigilia di uno sciopero (astensione dalle udienze) indetto dagli Avvocati per protestare contro una legislazione che favorisce la concorrenza, la quale interviene in modo scomposto, ma a mio parere sostanzialmente nella giusta direzione, sui servizi legali. Ma se si parla di concorrenza nei servizi professionali, ci sarebbe una modifica a costo zero o quasi, che consentirebbe l'aggregazione di professionisti su base non associativa, l'Associazione Temporanea tra Professionisti.

Dennis Ritchie

In memoriam of Dennis MacAlistair Ritchie, September 9, 1941 — October 8/9, 2011

DMR
Image from Wikipedia http://en.wikipedia.org/wiki/File:Dennis_MacAlistair_Ritchie_.jpg (in public domain)

While the World (and I) was all concentrating on the departure of Steve Jobs, a man whose achievements have had an even greater impact on today's world is with us no more. Dennis MacAlistair Ritchie left us on 8 October 2011. It is sad, very sad, that all major press reported the two passing aways with so starkingly different emphasis. The C programming language is the foundation of all modern operating systems, and virtually of all commonly used applications and programming languages. But the reality distortion field is still on.

Pagine